Essere nella Materia

Togli il bisogno di avere un fine e goditi quella che sei.

*La materia mi dà preoccupazioni. Forse solo adesso mi concedo di ammetterlo.

Riconoscere è il primo passo per lasciar andare. Riconosci di avere delle preoccupazioni, osservale, dai loro spazio così da poterle vedere. E poi… ridi! Ridi di esse, amale, sorridi e poi lasciale andare. Solo dopo. Ignorarle non è la via per superarle. Chiameranno a voce ancora più alta.

*Grazie. Ma mi sembra ancora poco… Qual è la via per far pace con la materia, per integrarla, per essere IN essa? A quel punto credo che l’espressione armoniosa sia spontanea.

Come prima cosa, togli ogni idea di perfezione. Elimina dalla tua mente ogni immagine, ogni presupposto di perfezione dell’essere illuminato. L’essere illuminato non è perfetto. L’essere illuminato è.

Con l’abitudine ad usare la ragione per i vostri affari, avete incluso la spiritualità in questo modo di interpretare la realtà. Niente di sbagliato, solo non è il modo che vi porta a conoscere voi stessi. La ragione è calcolo, precisione. La natura è saggia spontaneità. Così, amati – questo messaggio è per tutti – togliete prima di tutto ogni idea di perfezione dal vostro desiderio di essere realizzati.

I miti, le leggende… sono costruzioni, sono simboli, le figure che idolatrate sono immagini rappresentative. Non prendetele come VERE, sono simboliche. I vostri miti, le vostre mete, sono immagini, e creano molta illusione.

Così, prima di tutto, togliete l’idea di perfezione. La natura non è perfetta. La natura è profonda, e da quel profondo, si muove. La natura è espressione, è verità allo stato manifesto, spontaneo.

Cercate la perfezione per corrispondere a dei modelli, se non sbagliate non sarete puniti, derisi, abbandonati… se fate tutto giusto – secondo i canoni che avete appreso – vi sarà garantito un posto di rilievo nel mondo, un posto in famiglia.

Quando evitate di dare seguito a necessità di perfezione, ecco che il vostro io è libero, non ci sono vincoli, esso può esprimersi. Non avete più bisogno di corrispondere e potete cominciare ad ESSERE.

Amati, in questo modo, lo spirito si allinea con la materia. In questo modo accade che è la vostra luce a manifestarsi e non più le vostre ombre.

 

narta-danza-lungo-viso

 

Non c’è una materia GIUSTA per tutti. Ognuno ha le proprie esigenze. Quando queste esigenze non vengono soddisfatte, quando sentite che vi manca qualcosa, significa che viene impedito all’essere di esprimersi. Perché, amate e amati, quello che voi siete, voi create. Quello che avete intorno è la manifestazione di VOI. Non solo del vostro io profondo, ma dell’intero voi stessi, con le paure, i freni, le convinzioni e tutto ciò che vi compone. La realtà visibile vi aiuta a comprendere cosa c’è dentro di voi.

Vi ostinate a chiedere cosa fare nel pratico e vi dimenticate dell’interiore. Come pago questo debito? Dova la cerco la casa nuova? Come è fatto l’uomo giusto per me? Qual è il posto migliore in cui cercare lavoro? Amate e amati, tutte queste cose sono riflessi di voi stessi. Nulla potete trovare fuori che non abbiate trovato dentro.

Volete i numeri vincenti della lotteria, volete sapere dove e come trovare lavoro, chiedete se arriverà l’amore… anime meravigliose che siete, riconoscete di essere i creatori della vostra realtà e muovetevi per liberarvi da tutto quello che ostacola la libera manifestazione di voi stessi.

Siete scontenti? Vi manca qualcosa? Non è il mondo ad essere duro, crudele, spietato, costoso… siete voi che non vi permettete di ESSERE e continuate a corrispondere ad un ideale che credete essere il MODO GIUSTO di comportarsi. Se vivete nella ristrettezza e nella finzione, otterrete ristrettezza e finzione.

Tutto parte da voi.

Amate e amati, non siamo qui per darvi altre regole e dogmi, non siamo qui per dirvi come diventare santi o degni agli occhi del signore, di vostro padre, dei vostri amici, delle persone che avete intorno.

Siamo qui per dirvi come potete ESSERE e nell’essere è incluso il fare, il dormire, il mangiare, il guadagnare, il fare l’amore… l’essere non è statico. L’essere è TUTTO.

Così, amate e amati, sappiamo che ci sono paure, sappiamo che ci sono indecisioni, sappiamo che ci sono dubbi… e voi, anime belle, lo sapete?

Tu, creatura meravigliosa, lo sai di non essere perfetta? Lo sai di avere delle paure?

Lo sai di avere dei dubbi?

E se lo sai, ti CONCEDI di averli? Oppure sei in lotta con essi? Ti arrendi al dubbio, oppure lo combatti? Cerchi di liberarti dal dubbio, dalle paure e dalle insicurezze? Oppure le accogli come parti di te aprendoti ai doni e agli insegnamenti che possono portarti?

Amata, e amato, ti concedi di ESSERE?

J

25.02.2017

Rossella

 

 

*   *   *

 

Dopo aver pubblicato questo articolo, mi sono accorta che ce n’è un altro che porta lo stesso titolo… risale ad un anno fa. L’articolo qui sopra, firmato J, è un Dialogo con l’Essenza, tramite la scrittura automatica. Quello di seguito, che risale a circa un anno fa, è una mia riflessione. Abbiamo bisogno di sentirci ripetere spesso gli stessi concetti…

Ecco l’articolo

https://percorsidiconsapevolezza.wordpress.com/2016/03/29/essere-nella-materia/

 

Buona esplorazione.

Rossella

 

*   *   *

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...