Identità

– Come possiamo essere consapevoli e come possiamo non identificarci con quello che sentiamo?

Amati l’identificazione è un bisogno dato dall’incertezza, di corrispondere a un’identità, a determinate caratteristiche per poter essere riconosciuti, schedati, catalogati, e messi in una determinata casella. Amati l’identificazione è necessaria quando non si ascolta la propria voce profonda. L’identificazione è un modo per essere riconosciuti, è un’etichetta. E’ quello che serve a una persona che non sa chi è. Così cerca di corrispondere a un’idea definita.
Quando siete attraversati da un’emozione, da un pensiero, che sia piacevole o che sia doloroso, non è necessario identificarsi, in nessuno dei due casi. E’ una parte di voi, è un’onda che vi attraversa. Il pensiero può anche essere qualcosa che voi avete percepito nell’aria, come un profumo o un suono, ma non siete voi.

In un’ultima analisi, voi non potete essere definiti, perché siete energia che fa esperienza.

Perciò amati voi potete scegliere cosa fare, cosa vi piace, cosa preferite, cosa volete fare. Potete scegliere, ma ricordate che è la vostra esperienza. Nulla può servire ad identificarvi. Nulla è utile per delineare la vostra essenza, perché l’essenza non ha confini e non è determinata.
La vostra essenza ha preferenze, ha qualità, ha desideri, ma non può essere definita, perché vivete negli opposti, nei contrasti, e sapete che in un momento dentro di voi splende il sole e il momento dopo ci sono le nuvole.
E allora qualunque identificazione svanisce. Questo è il vostro terrore, questa è la vostra paura più grande: non corrispondere più a un ideale, non poter essere riconosciuti, non poter essere identificati, non poter essere giudicati. Perché ognuno di voi desidera non essere giudicato, eppure necessita così tanto dell’opinione altrui.

E allora amati noi vi diciamo: liberatevi da ogni identità, liberatevi da ogni categoria, liberatevi da tutto quello che può determinare ciò che siete e così costringervi. Liberatevi da tutto quello che non è libertà, che non è libera espressione, che non è espansione, che non è ampio respiro.
Amati siate leggeri e sentite il vostro corpo. Amati sentite quali sono le vostre preferenze, seguite il piacere, seguite l’amore, seguite il sorriso, la gioia, seguite il rilassamento, seguite quello che vi fa sentire bene. Amati seguite tutto quello che profondamente sentite essere vero per voi. Seguite quello che fa vibrare la vostra verità.
Non servono caselle, potete essere quello che volete. Sperimentate. Siate quello che preferite, in ogni momento. Siate quello che preferite e osservate. Osservate la vostra verità espandersi. Osservate il vostro centro diventare sempre più stabile.

 

J

14 marzo 2016

Rossella

 

Identità

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...