Identità

– Come possiamo essere consapevoli e come possiamo non identificarci con quello che sentiamo?

Amati l’identificazione è un bisogno dato dall’incertezza, di corrispondere a un’identità, a determinate caratteristiche per poter essere riconosciuti, schedati, catalogati, e messi in una determinata casella. Amati l’identificazione è necessaria quando non si ascolta la propria voce profonda. L’identificazione è un modo per essere riconosciuti, è un’etichetta. E’ quello che serve a una persona che non sa chi è. Così cerca di corrispondere a un’idea definita.
Quando siete attraversati da un’emozione, da un pensiero, che sia piacevole o che sia doloroso, non è necessario identificarsi, in nessuno dei due casi. E’ una parte di voi, è un’onda che vi attraversa. Il pensiero può anche essere qualcosa che voi avete percepito nell’aria, come un profumo o un suono, ma non siete voi.

In un’ultima analisi, voi non potete essere definiti, perché siete energia che fa esperienza.

Perciò amati voi potete scegliere cosa fare, cosa vi piace, cosa preferite, cosa volete fare. Potete scegliere, ma ricordate che è la vostra esperienza. Nulla può servire ad identificarvi. Nulla è utile per delineare la vostra essenza, perché l’essenza non ha confini e non è determinata.
La vostra essenza ha preferenze, ha qualità, ha desideri, ma non può essere definita, perché vivete negli opposti, nei contrasti, e sapete che in un momento dentro di voi splende il sole e il momento dopo ci sono le nuvole.
E allora qualunque identificazione svanisce. Questo è il vostro terrore, questa è la vostra paura più grande: non corrispondere più a un ideale, non poter essere riconosciuti, non poter essere identificati, non poter essere giudicati. Perché ognuno di voi desidera non essere giudicato, eppure necessita così tanto dell’opinione altrui.

E allora amati noi vi diciamo: liberatevi da ogni identità, liberatevi da ogni categoria, liberatevi da tutto quello che può determinare ciò che siete e così costringervi. Liberatevi da tutto quello che non è libertà, che non è libera espressione, che non è espansione, che non è ampio respiro.
Amati siate leggeri e sentite il vostro corpo. Amati sentite quali sono le vostre preferenze, seguite il piacere, seguite l’amore, seguite il sorriso, la gioia, seguite il rilassamento, seguite quello che vi fa sentire bene. Amati seguite tutto quello che profondamente sentite essere vero per voi. Seguite quello che fa vibrare la vostra verità.
Non servono caselle, potete essere quello che volete. Sperimentate. Siate quello che preferite, in ogni momento. Siate quello che preferite e osservate. Osservate la vostra verità espandersi. Osservate il vostro centro diventare sempre più stabile.

 

J

14 marzo 2016

Rossella

 

Identità

Annunci

Venere a tavola

il piacere, la bellezza e l’armonia
nel nutrire se stessi e il proprio corpo

quante idee, regole e consigli
girano intorno al cibo e all’alimentazione
cosa fa bene, cosa fa male,
cosa fa dimagrire o ingrassare,
cosa è etico, morale e giusto
oppure contrario al buon cuore…

… in tutto questo, Cosa mi piace?
Cosa mi rende felice?
Quali sentimenti provo quando mangio o mi preparo il cibo?
Sono davvero d’accordo con quello che sento dire sull’alimentazione?
Qual è la mia opinione?
Cosa posso fare per stare davvero bene insieme a quello che mangio?

Ne parliamo SABATO 9 LUGLIO

alla Piccola oasi ” Lilly e i vagabondi”

insieme a Rossella Schianchi per

RITROVARE SE STESSI E GODERE DEL CIBO IN PIENA GIOIA E LIBERTA’

° ° °

Ore 19.00 con Rossella Schianchi e l’Aperitivo

* aperitivo con frittatina alle erbe, crostini al pesto di ortica e verdure fritte, erbe del campo e golosità *

Ore 20.30 la Cena

* Cena in una cornice affascinante.. sotto le stelle in mezzo al verde…
Antipasto – Patate ripiene alla portulaca (erba selvatica contenente Omega 3)
Primo – Insalata estiva di farro e orzo
Secondo – Parmigiana di melanzane
Contorno – Insalata mista di campo
Dolce – Tortino al cioccolato
Bibite *


Contributo minimo x l’associazione: 18,00€
– E’ necessario essere tesserati.
Per chi deve fare la tessera: serata + tessera 20,00€ –
Per i bambini fino a 10 anni 12,00€

Cibo

Informazioni e prenotazioni:

Cena e info sul luogo:
Piccola oasi ” Lilly e i vagabondi” 3356480310

Conferenza e argomentazioni:
Rossella Schianchi
info.percorsidiconsapevolezza@gmail.com

° ° °

Visita la pagina Rossella Schianchi – Percorsi di Consapevolezza
e il blog www.percorsidiconsapevolezza.wordpress.com

° ° °

Regole e Leggi

ciò di cui non vi rendete conto è che sottoponete la vostra vita a delle regole. lo fate ogni momento ed è il motivo per cui state male.

prendete una scelta e poi vi pentite perché ‘le cose dovrebbero andare diversamente’. anziché onorare la vostra scelta e mettere tutti voi stessi nell’ampliamento di quella direzione, vi dite che avete sbagliato, che la vita ce l’ha con voi, che siete vittime di qualche cattiveria o ingiustizia.
capita che prendiate qualche scelta sotto l’emozione della paura. va bene, succede.

quello che potete fare è esserne consapevoli e poi mettere tutta la vostra energia in un’altra direzione, che vi fa sentire meglio, che vi piace.
questo senza rinnegare o screditare la vostra scelta precedente e senza giudicarvi.

amatevi, è sempre il primo passo, e onorate voi stessi.

quando vi muovete in base a regole, state comprimendo il vostro essere, lo state obbligando a prendere una forma non sua e state dimenticando l’infinitezza del tutto, di voi. state dimenticando che voi potete compiere qualunque impresa e che anzi vi viene chiesto di disegnare nuove strade e nuovi percorsi, per delineare la vostra unicità.
non esistono regole, esistono leggi. questo l’abbiamo detto molte volte. voi confondete le due cose.

regole sono quelle che imponete al vostro essere libero e che gli tolgono la spontaneità, la gioia, la felicità di creare continuamente.

le leggi sono universali, valgono per tutti. la legge di gravità, la legge di attrazione, la legge dell’amore, la legge di creazione, e così via.

le regole non valgono per tutti, esse sono frutto di un sistema razionale che divide, cataloga, organizza. è un sistema molto valido, per svolgere dei compiti. è un sistema deleterio quando gli viene conferito potere decisionale.
usate pure degli schemi se vi sono utili per ottimizzare i lavori e lasciate che la vita venga scelta dal vostro cuore, dalla vostra anima, dal vostro piacere e dal vostro senso di benessere.
le leggi abbracciano qualunque scelta, sono amorevoli e non impongono obblighi, anzi aprono spazi affinché la vita si liberi.
le regole nascono per costringere l’espressione individuale, per rendere tutto automatico anziché autonomo. le regole opprimono il vostro cuore e vi rendono tristi. inoltre lasciano in disparte la grande dote di intelligenza di cui il tutto è dotato e che conosce molto meglio la vita di quanto qualunque dogma possa.
siate liberi e il vostro cuore saprà condurvi nella direzione migliore.

 

J

2015

Rossella

 

Seguire il cuore

Cambiare ed Essere

tutte le volte che ti trovi a voler cambiare qualcosa nella tua vita, amata, ricorda che nel cambiamento c’è una trasformazione che include il passaggio da un essere ad un altro. non puoi cambiare lo stato delle cose senza aver cambiato lo stato di te. non puoi, è oltre le leggi della creazione in cui sei inserita ora. tu sei e il tutto è, perciò il tuo intorno corrisponde al tuo interiore. quello che vedi è quello che sei. amata sei tu tutto quello che c’è intorno. e quando sei scomoda, sei tu che dentro di te scegli la scomodità.

amata, è dentro la trasformazione, nel tuo comportamento, nel tuo modo di vedere le cose, nei tuoi pensieri. nel tuo essere. è chiaro che non puoi forzarti a cambiare. tu sei tu e la spontaneità è la medicina migliore. è anche vero che puoi osservarti e andare verso te stessa, verso la verità, e muoverti nel modo che è tuo proprio, nel pensiero, nella parola, nell’azione. quando sei tu, tutto è. sempre. è la legge.

perciò amata, guarda dentro, vai dentro e trova la verità, la TUA unica e sola verità su tutto quello che ti circonda, che senti e che esiste. ecco che hai creato, hai reso manifesto, hai portato alla luce, il tuo mondo.

J

24.6.16
Rossella

 

Luce interiore

Ciò che è facile

– ho una visione diversa da quella di prima, vedo ambienti più grandi, lavoro diverso. è bene cambiare strada? –

Il momento che si sta aprendo ora apre nuove strade e non ti puoi sorprendere sapendo che ogni tuo pensiero è generato dall’esperienza e dalle nuove forme che prendi ogni volta che compi un passo nella trasformazione. È normale cambiare idea ed aprirsi a nuove comprensioni e visioni di una realtà diversa e più vasta. Stai seguendo la via della conoscenza e della ricerca, questo ti porta ad andare sempre più all’essenza e perciò a
togliere le limitazioni del pensiero, fornendo al tuo conscio vie più semplici seppur apparentemente enormi.

Una casa grande è la cosa più semplice per te seppur nel mondo relativo possa sembrare più difficile da recuperare. Ma nella tua interiorità è semplice. La cosa più semplice e ovvia. Pensa in questi termini e vedi l’ovvietà delle cose, non limitandoti allo stretto conosciuto ed usuale, bensì aprendo la visione.

Cos’è davvero facile per te? Cosa viene semplice ed immediato?

Quello che è facile è nella tua natura. Quello che ti crea complicazioni sta creando vincoli alla tua espressione, richiede uno sforzo che è perdita di forze e concentrazione che servono ad altre occupazioni.

Facile è quello che corrisponde a te, che tu lo consideri giusto oppure no.

Facile può essere arrabbiarti. E allora che sia. Che sia quello che è facile per te perché è la via più diretta per incontrare la tua essenza. Immagina la tua facile vita e saprai riconoscere veramente te. Ciò che è facile è ciò che è fluido, semplice spontaneo, libero da ragionamenti e perciò vero. Senza giudicarlo, lascia che emerga, che si manifesti ciò che è facile, la via più fluida, spontanea, quella vera. Sei tu, così sei tu.

 

J

20.2.16

Rossella

 

Felicità

Messaggio per gli esseri umani

Arrendetevi all’amore

Deponete le vostre armi verbali

Rinunciate ai pensieri distruttivi

 

Apritevi a ricevere la luce e la grazia

In un abbraccio globale, di cuori,

di essenze, di vibrazioni

Entrate in comunione tra voi

Sentitevi, percepitevi

 

Estendete le vostre onde,

che si espandano dal vostro corpo

Vibrazioni di vita,

saggezza,

ed evoluzione,

che guariscono ogni essere intorno a voi

e ancora più lontano

Il riverbero di una goccia

che illumina tutto l’oceano

 

Siete potenti,

il vostro operato si riversa in tutto il cosmo

Ogni singolo gesto diventa immenso

 

Riflettete su ogni pensiero,

su ogni parola,

su ogni vostro singolo movimento

 

Siate espressione di divinità

 

Siate presenti, siate immensi,

siate espansione della fonte di vita universale.

 

30.07.2012

Rossella

 

Luce, sole, alba

 

 

Lasciate che sia

– Chiedo un messaggio che sia per tutti. Per tutti coloro che desiderano riceverlo. –

Quello che è importante sapere per tutti è riconoscere il fluido che passa attraverso ognuno di voi in modo costante. Costantemente siete attraversati da un fluido che porta vita, energia, sensazioni e intuizioni a tutto il vostro corpo.

Ciò che è importante sapere per voi è la vostra capacità di riconoscere il vostro più alto potenziale di realizzazione. Fate attenzione a non confondere il vostro potenziale di creazione con l’affanno, con il costante fare in cui molti di voi sono coinvolti e sotto al quale molti di voi rimangono oppressi e schiacciati.

Permettete al vostro profondo sé di emergere.

E’ un messaggio che vi viene trasmesso da molto, molto tempo. Avete tutte le possibilità affinché questo si realizzi. Avete tutti gli strumenti. Ogni porta è aperta per voi. In questo momento potete esprimere quello sentite attraverso la parola, attraverso la scrittura, attraverso la pittura, attraverso la musica, attraverso un gesto, attraverso i vostri vestiti, attraverso tutto quello che fare.

Siete liberi. Siete liberi di esprimervi.

Ed è proprio questa libertà il bisogno più grande del momento presente. Ed è la qualità più grande che potete dare a tutti quelli che sono intorno a voi e a tutto il creato. Amatevi sopra ogni cosa. Amate voi stessi. Amate voi stessi.

Fate attenzione a non confondere l’egoismo con l’amore per se stessi. L’egoismo non ha amore. L’egoismo è una chiusura. Quando fate qualcosa per voi stessi, lo fate con amore. Quello è amore per voi stessi. E l’amore per voi stessi è l’amore verso tutto il creato, perché voi siete tutto e il tutto è riconducibile a uno. L’amore per voi stessi porta l’amore a tutto. Perciò adoperatevi perché la vostra energia, la vostra qualità si diffonda. Siate disponibili per questo. Sapete che tutto quello che siete è un dono. Anche nei momenti più difficili. Anche quando sentite che c’è costrizione in voi, lasciate che questa accada. Lasciate che sia.

E liberatevi. Liberatevi dalla necessità di essere diversi. Lasciate che sia. Lasciate che sia la vostra espressione e lasciatela scorrere, restate disponibili per quell’onda, per quell’energia che in quel momento vi attraversa. E lasciate che scorra, che vada, che fluisca. E’ il vostro primo compito, il vostro primo movimento, il vostro primo essere a casa.

Abbandonatevi a quello che siete in quel momento, senza resistere, senza bisogno di farlo continuare più del necessario, senza aggrapparvi, senza identificarvi, senza credere di essere quella cattiva persona che credete solo perché in quel momento avete pensieri di odio. Lasciate che siano e riconosceteli come parti di voi, come parte di un collettivo. Non negate nulla, tutto esiste.

Tutto esiste nello stesso amore del creato.

Abbandonatevi a questa verità, sentitela, vivetela. Fate attenzione a non coinvolgere altri nelle vostre convinzioni, ma siate aperti e disponibili a ricevere nuove intuizioni e trasmetterle. Quello che potete fare per voi stessi è liberarvi, e ricordatevi: quello che fate a voi stessi, lo fate al tutto. Ricordate la memoria dell’acqua, ricordate il magnetismo, ricordate la magnifica capacità di ogni essere di vibrare ed entrare in sintonia con il tutto. E ricordate senza vincoli.

Ricordate per ritrovarvi.

Con amore, le vostre guide

14 marzo 2016

Rossella

 

Albero e Luce

Gelosia e Possesso – Verso l’amore

Quanto l’amore può sfociare in paura e bisogno di trattenere?
E’ davvero amore?
E come possiamo distinguerlo dalla gelosia e dal possesso?
Inoltre, qual è il confine tra amore, gelosia e possesso?
Si può amare lasciando liberi se stessi e gli altri?

Passando attraverso l’amore per se stessi,
considerando le teorie spirituali sull’amore, l’amicizia, la coppia e le relazioni,
osserviamo il nostro vivere quotidiano,
andiamo a scoprire gli aspetti più profondi dell’essere con gli altri,
e diamo delle risposte ai quesiti che più toccano il nostro cuore,
la nostra sensibilità e il nostro bisogno di affetto,
aprendo una via all’amore pieno, quello individuale, quello unico e speciale
che ognuno di noi è in grado di sentire, ricevere e trasmettere.

Ne parliamo a casa di Manuela
Martedì 28 Giugno dalle ore 20.30
in una serata interattiva con Rossella Schianchi

dove i partecipanti sono invitati a stimolare approfondimenti, porre domande ed essere parte integrante della ricerca.

Ingresso a quota libera

Per informazioni e prenotazioni: 328-7329479 Manuela

H1


Visita la Pagina
Rossella Schianchi – Percorsi di Consapevolezza
e il blog
https://percorsidiconsapevolezza.wordpress.com/

° ° °

Eterno

E’ forte questa cosa della morte.
Un attimo, e non c’è più.
Un attimo prima c’era. E un attimo dopo non c’è più.
Un attimo, un istante. Non c’è gradualità, non c’è passaggio morbido.

E’ un istante. E fine. Non c’è più.

Ti porta nel vuoto, ti fa sentire il nulla. Il sospeso.

Silenzio. Spazio.

E ti accorgi dell’istante che è tutto. Che è davvero solo un istante, un sempre e costante istante.
Istante dopo istante. E non lo misuri. Non è misurabile. E’ un istante eterno, sospeso, imperante.
Non lo misuri, non puoi dire quanto duri. Non dura, l’istante è.

E tu ci sei semplicemente dentro.

Ed è vero che tutto è mutevole.
Lo guardi, batti le palpebre, ed è già cambiato. Il tempo di un respiro. Meno di un respiro, ed è un’altra cosa.
Non rimane, non resiste, non ti considera, non ha colpe, non ha doveri. Segue la sua natura. E muta.

Poi osservi un coniglietto che mangia l’erba. E vedi la nuova vita.
Il ripetersi delle cose, la materia che usiamo per fare esperienza. Un nuovo essere in un nuovo corpo.
Una nuova esperienza lasciandosi alle spalle quella vecchia, come nulla fosse.
Perché c’è voglia di vedere le cose da un’altra prospettiva, e la materia è uno strumento, è un mezzo.
La usi e poi se ne va. E poi la lasci andare. Come è il flusso naturale delle cose.

E’ davvero inutile attaccarsi alla materia, essa è così temporanea, fragile, dissolvibile, impermanente.
E’ solo davvero un attimo. Ed è già diversa da come era prima. E’ inaffidabile.
E’ davvero assurdo attaccarcisi. Essa si sgretola in un attimo. E’ finita.
Resta solo l’attimo.

L’eterno. L’immenso.

L’istante permanente dell’essere.

Muoversi nella Direzione dei propri Desideri

Il processo di creazione parte dal contatto con l’anima. Seguendo le sue indicazioni, è possibile dare origine ad un flusso di eventi che favoriscono la realizzazione dei desideri più profondi.

Come attivare tutto ciò? Come permettere alla nostra anima di esprimersi e guidarci?

Con l’ascolto del corpo e dell’intuito, con l’apertura e la conoscenza dei processi di creazione che passano attraverso gli elementi e le leggi dell’universo. Tutto ciò che è necessario esiste già e l’anima sa come raggiungerlo. Lasciandosi guidare da lei, è possibile evitare le richieste dell’ego e muoversi verso la realizzazione dei propri desideri.

°

Ne parliamo a casa di Debora
Giovedì 16 Giugno dalle ore 20
in una serata interattiva con Rossella Schianchi

dove i partecipanti sono invitati a stimolare approfondimenti, porre domande ed essere parte integrante della ricerca.

Ingresso a quota libera

Per informazioni e prenotazioni: 327-2128603 Debora

Via Accarisi, 203 – 48018 Pieve Cesato di Faenza (RA)

 

Sogni - Coelho

 

° ° °

Visita la Pagina
Rossella Schianchi – Percorsi di Consapevolezza
e il blog
https://percorsidiconsapevolezza.wordpress.com/